Sei interessato ad una finestra davvero efficacie per dare visivilità alla tua azienda? Questo spazio potrebbe essere tuo "oltre 10.000 visite giornaliere" Richiedi informazioni

Detrazione interessi passivi su mutuo per acquisto abitazione principale

Sono fiscalmente detraibili gli interessi passivi, oneri
accessori e quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione
pagati per mutui ipotecari destinati all’acquisto dell’abitazione principale.

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Ai sensi dell’articolo 10, comma 3-bis, TUIR,
per abitazione principale si intende “quella nella
quale la persona fisica, che la possiede a titolo di proprietà o altro diritto
reale, o i suoi familiari dimorano abitualmente”.
 Per familiari, ai sensi dell’art.433 c.c. si
intendono il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il
secondo.

La detrazione spetta in misura pari al 19% su
un importo massimo di euro 4.000,00 ed in caso di contitolarità del contratto di
mutuo o di più contratti di mutuo, il limite è riferito all’ammontare
complessivo degli interessi, oneri accessori e quote di rivalutazione sostenuti, ad esempio i coniugi non fiscalmente a carico l’uno dell’altro possono indicare al massimo un importo di euro 2.000,00 ciascuno, se invece il
mutuo è cointestato con il coniuge fiscalmente a carico, il coniuge che
sostiene interamente la spesa può fruire della detrazione per entrambe le quote. La detrazione spetta a condizione che l’immobile sia
adibito ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto e che esso
sia avvenuto nell’anno antecedente o successivo al mutuo.

A CHI SPETTA LA DETRAZIONE:

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

  • contribuente
    acquirente ed intestatario del contratto di mutuo che abbia trasferito la
    residenza entro un anno dalla data di acquisto dell’immobile da adibire ad
    abitazione principale;
  • coniuge
    separato, in
    regime di separazione legale, finchè non intervenga la sentenza di
    divorzio;
  • coniuge
    divorziato che
    abbia trasferito la propria dimora abituale con diritto alla detrazione
    per la quota di propria competenza se presso l’immobile hanno la propria
    dimora abituale i suoi familiari;
  • nudo
    proprietario dell’immobile
    (non l’usufruttuario);
  • personale
    in servizio permanente delle Forze Armate e Forze di Polizia ad ordinamento militare e il
    personale dipendente dalle Forze di Polizia ad ordinamento civile a
    prescindere dal requisito della dimora abituale;
  • contribuente  ricoverato in modo
    permanente in istituti di ricovero e cura a condizione che l’immobile non
    venga locato. 

Tra gli oneri accessori detraibili sono
compresi anche: l’onorario del notaio per la stipula del contratto di mutuo
ipotecario e le altre spese sostenute
per conto del cliente (ad esempio, l’iscrizione e la cancellazione
dell’ipoteca), le spese di perizia, le spese di istruttoria, la commissione
richiesta dagli istituti di credito per la loro attività di intermediazione, la
provvigione per scarto rateizzato nei mutui in contanti, la penalità per anticipata
estinzione del mutuo, le quote di rivalutazione derivanti da clausole di
indicizzazione, le perdite su cambi per i mutui contratti in valuta estera.

Source

L’articolo Detrazione interessi passivi su mutuo per acquisto abitazione principale proviene da #adessonews Italia notizie.

Powered by WPeMatico

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: